■■■

genova criminale: l'amico assassinato

■■■
30-06-2019

#Curiosità de #IlRavera

Domenica 25 dicembre 1640 un’allegra combriccola di giovani – in tutto dodici persone: mancava il corallaro Battino che, per scaramanzia non aveva voluto essere il tredicesimo a tavola – attraversava dopo cena Piazza Sarzano: due lanaioli, piuttosto ubriachi, stavano orinando davanti alla casa di uno della compagnia, e Pellegro Piola – già affermato pittore, anche lui abbastanza alticcio - si lanciò inveendo contro i due, mollando pure alcuni “scapasoni”. Ne nacque una rissa talmente feroce che un amico di Pellegro, Gio Battista Bianco, estrasse un coltello e iniziò a menare fendenti, nel tentativo di difendere il compagno. Nel buio della piazza – era già passata mezzanotte – il Bianco colpì però Pellegro, che si accasciò al suolo sanguinante. Portato nella sua casa di Salita San Leonardo, Piola spirò due giorni dopo, rifiutandosi di incolpare l’amico persino in punto di morte. Da qui nacque la leggenda che il promettente artista fosse stato fatto eliminare da una bottega concorrente dei Piola, gelosa dei loro successi.


  • novembre 2019
  • ottobre 2019
  • agosto 2019
  • luglio 2019
  • giugno 2019
  • maggio 2019
  • aprile 2019
  • marzo 2019
  • febbraio 2019
  • gennaio 2019
  • ottobre 2018
  • agosto 2018
  • maggio 2018
  • aprile 2018
  • febbraio 2018
  • gennaio 2018
  • dicembre 2017
  • novembre 2017
  • ottobre 2017
  • settembre 2017
  • luglio 2017
  • giugno 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014