■■■

amori proibiti nella storia

■■■
07-05-2014

FORSE NON TUTTI SANNO CHE...

Nel XV secolo, nell'area compresa tra la Maddalena e la chiesa di Santa Caterina si trovavano, oltre al postribolo, anche due taverne, il bagno "degli Spinola" (accanto al Fonte Moroso), almeno 6 ospizi (nel senso di alberghi) e un vasto spiazzo dedicato al gioco della palla. Insomma, non appena varcato il Portello, ci si ritrovava in una sorta di antesignano dei "fun center" del mondo contemporaneo. Tutto sparì con il tracciamento di Strada Nuova. Probabilmente, già i contemporanei trovavano divertente il fatto che il postribolo (di proprietà comunale) si trovasse dietro la chiesa dedicata alla Maddalena e a fianco alla fontana detta Fonte Moroso o Amoroso; in realtà le motivazioni della localizzazione erano essenzialmente di ordine pratico più che toponomastico: il postribolo andava ad occupare un'area residuale compresa all'interno delle mura cittadine, di scarso valore ma "strategicamente" vicina al Castelletto. Gli armigeri della guarnigione erano intatti tra i frequentatori abituali dei "servizi" offerti nella zona.


  • novembre 2019
  • ottobre 2019
  • agosto 2019
  • luglio 2019
  • giugno 2019
  • maggio 2019
  • aprile 2019
  • marzo 2019
  • febbraio 2019
  • gennaio 2019
  • ottobre 2018
  • agosto 2018
  • maggio 2018
  • aprile 2018
  • febbraio 2018
  • gennaio 2018
  • dicembre 2017
  • novembre 2017
  • ottobre 2017
  • settembre 2017
  • luglio 2017
  • giugno 2017
  • maggio 2017
  • aprile 2016
  • marzo 2016
  • febbraio 2016
  • gennaio 2016
  • febbraio 2015
  • gennaio 2015
  • dicembre 2014
  • novembre 2014
  • ottobre 2014
  • settembre 2014
  • agosto 2014
  • luglio 2014
  • giugno 2014
  • maggio 2014